Specializzata in psicoterapia individuale ed esperta di training autogeno

Mostra contenuti secondari Nascondi contenuti secondari

Cura dei Disturbi di Ansia. Le mie competenze specifiche:

Psicologa Psicoterapeuta

Mi occupo prevalentemente di disturbi collegati all'ansia e di tutoraggio pcicologico per gli studenti universitari.

I sitomi che spesso i pazienti portano sono: attacchi di panico, disturbi del sonno, incapacità di prendere decisioni, blocco del percorso universitario, sensazione di inadeguatezza in pubblico.

Tutti sintomi che, in base alla mia esperienza professionale, posso garantire, scompaiono velocemente durante la prima fase della terapia (un paio di mesi), e che spesso sono correlati alla difficoltà personale che si crea durante il passaggio dall'età adolescenziale all'età adulta, aspetto approfondito nella seconda fase della terapia.

Sono esperta di Training Autogeno, una tecnica di rilassamento utile per combattere svariati sintomi ansiosi (ansia pre-esame, fobia dell'aereo o spazi aperti o chiusi ecc...). Particolarmente indicato per l'accompagnamento alla gravidanza e la preparazione al parto e per combattere l'infertilita' femminile psicogena.

Mi occupo secondariamente anche di sostegno per il disagio psicologico causato dall'appartenenza e dall'uscita da gruppi sociali, politici o religiosi molto chiusi, inoltre di sostegno alle genitorialità in caso di figli con handicap.

Se stai vivendo una situazione di questo tipo e senti l'esigenza di parlarne con qualcuno prenota il primo colloquio psicologico.

 

Curarsi con l'Analisi Transazionale

Eric Berne

L'Analisi Transazionale è stata ideata da Eric Berne.

La semplicità dei termini utilizzati facilita la comprensione dei concetti basilari,

la loro praticità consente al cliente di avere a disposizione degli strumenti da sfruttare nella vita di tutti i giorni, in particolare nell'abito delle relazioni.

La base teorica utilizza i termini di Genitore Adulto e Bambino, scritti volutamente con l'iniziale in maiuscolo per distinguerli dal genitore reale e dall'adulto e dal bambino intesi come fasi del ciclo di vita.

In questo caso infatti parliamo di tre stati dell'Io. Dove per Io si intende l'identità intrapsichica che ogni individuo possiede.

Vediamo da vicino la funzione dei tre stati dell'Io

Genitore:

Eric Berne scrive: "è un insieme di sentimenti, atteggiamenti e modelli di comportamento simili a quelli della figura genitoriale"(Berne, E. 1961). Lo stato del Genitore essenzialmente fa riferimento alle norme. Se queste norme sono molto rigide e se questo Genitore diventa troppo autoritario le conseguenze si ripercuotono sul benessere personale e sulla qualità di vita. Il Genitore è in funzione sia quando i comportamenti sono orientati rigidamente dalle norme, sia quando avviene un dialogo interno tra lo stato dell'Io Genitore e lo stato dell'Io Bambino.

Esiste anche una funzione sana del Genitore, che si manifesta quando facciamo ricorso alle norme etiche e nel momento in cui ci prendiamo cura di noi stessi.

Adulto:

Berne scrive: "è caratterizzato da un insieme autonomo di sentimenti, atteggiamenti e modelli di comportamento che risultano adatti alla realtà presente".

Quando l'Adulto è attivo, ovvero energizzato, in termini Analitico Transazionali, i comportamenti e sentimenti sono in linea con la realtà circostante e di conseguenza l'individuo riesce ad essere costruttivo e creativo.

Bambino:

ancora Berne "Lo stato dell'Io Bambino è un insieme di sentimenti, atteggiamenti e modelli di comportamento che risalgono alla nostra infanzia individuale". Lo stato del Bambino è la sede delle emozioni.

Rabbia, paura, tristezza, ansia e gioia sono espresse quando l'energia attiva questo stato.

Un buon funzionamento, in generale, prevede che i tre Stati e i relativi confini abbiamo a disposizione un'adeguata quantità di energia.

Una problematica psicologica ha spesso alla base una situazione diversa. Come ad esempio: uno stato che prevale sugli altri, oppure uno stato escluso ecc...

Durante una psicoterapia ad indirizzo l'analitico transazionale è possibile imparare a riconoscere gli stati dell'Io tramite l'auto-osservazione, sulla base di questo è possibile costruire una diagnosi degli stati dell'Io e contrattualizzare insieme al terapeuta un percorso ottimale per la cura della problematica psicologica o per aumentare il benessere della persona.

Per l'Analisi Transazionale il cliente possiede le risorse per superare le problematiche che sta vivendo, il percorso di psicoterapia serve a riattivarle.

Silvia Abbate

Analisi Transazionale - Cos'e' il Copione ?

Cura Ansia

Il copione di vita è un insieme di messaggi interni, e condiziona altrettanti comportamenti esterni, potremmo dire, che è già scritto, per richiamare la metafora del teatro, in altre parole il copione è un insieme di strategie di pensiero, in passato acquisite e utilizzate dall'individuo, che un tempo sono state efficaci e che continuano a ripetersi quando efficaci non sono più.

Scrive Carlo Moiso (1982): "Spesso gli individui provano la spiacevole sensazione che alcuni eventi negativi della loro vita si ripetano con una certa costanza, tanto da apparire ineluttabili".

Il copione a volte condiziona l'individuo, lo rende automaticamente predisposto a determinati comportamenti che talvolta sono spiacevoli. Grazie all'Analisi Transazionale è possibile risalire al tipo di copione di un determinato individuo e accompagnare quest'ultimo durante il percorso verso l'autonomia, all'interno del quale il potere esecutivo è riaffidato allo stato dell'Io Adulto, dopodiché l'individuo sente sollievo rispetto a ciò che gli fa sperimentare lo stato di malessere.

Esistono diversi tipi di copione. Alcuni esempi sono: il copione "mai" lo possiedono gli individui con non riescono mai a realizzare ciò che desiderano perché sentono che qualcosa glielo impedisce, il copione "prima" è degli individui che per arrivare ad una meta devono prima fare qualcosa o comunque aspettare un periodo di tempo, il copione "quasi" lo posseggono le persone che mollano poco prima del raggiungimento dell'obiettivo finale, i cosiddetti "quasi laureato, quasi realizzato, quasi completo". I copioni possono anche essere distinti in base al destino dell'individuo. Parliamo di individuo vincente se il copione è costruttivo, individuo perdente se il copione è distruttivo, oppure individuo non vincente se il copione è banale.

Silvia Abbate

Problemi d'Ansia

I Disturbi d'Ansia quali Attacco di Panico, Fobia Sociale, Fobie Specifica e Disturbo Post-Traumatico da Stress sono tra le sintomatologie incontrate più frequentemente nella pratica clinica. Pur essendo oggigiorno dei termini molto conosciuti, è vero anche che rischiano di essere usati in maniera impropria.

In generale è possibile dare delle descrizioni generali, ma è importante tenere conto del fatto che solo un professionista in possesso delle competanze e dei titoli adeguati può fare una diagnosi precisa ed esaustiva.

ATTACCHI DI PANICO:

Gli Attacchi di panico sono caratterizzati da periodi improvvisi e inaspettati di paura intensa o disagio associati ad affanno, vertigini, palpitazioni, nausea, o disturbi addominali. I soggetti durante l'attacco spesso credono di essere sul punto di avere un attacco di cuore o, alternativamente, che stanno perdendo il controllo della loro mente.

FOBIA SOCIALE:

E' caratterizzata da livelli di ansia significativamente elevati e provocati dell'esposizione a determinate situazioni o prestazioni sociali.

Ciò, il più delle volte, spinge il soggetto ad evitare completamente tali situazioni, talvolta sino a determinarne un certo isolamento.

FOBIA SPECIFICA:

In questo caso i livelli d'ansia elevati sono determinati dall'esposizione ad un oggetto o ad una situazione temuti, ciò comporta un totale evitamento di questi ultimi, con grosse ripercussioni sulla qualità di vita della persone che ne soffre.

Per fare un paio di esempi pratici:

-La fobia nei confronti degli esami universitari. Che si manifesta tramite un blocco del percorso universitario;

- La fobia dei colloqui di lavoro. Che si manifesta tramite un blocco nella riceca del lavoro.

DISTURBO POST-TRAUMATICO DA STRESS:

E' caratterizzato dal rivivere un evento traumatico (ad esempio tramite flash back).

Ciò attiva un generale stato di eccitazione e un maggiore stato di vigilanza e di pronta reazione agli stimoli esterni. E di conseguenza dall'evitamento degli stimoli associati in qualche maniera al trauma.